Sii un vuoto che si riempie di consapevolezza.

 

 

 

 

 

Durante la giornata la mente, come una vera e propria antenna, trasmette e riceve costantemente informazioni sotto forma di immagini, pensieri, schemi di pensiero, ecc. Tutta la massa mentale viene accumulata costantemente nella nostra mente che funge da contenitore delle informazioni trasmesse e ricevute.  Il canale superiore va quindi ripulito quotidianamente attraverso semplici pratiche di svuotamento della massa di pensieri. Il pensiero direziona infatti la nostra creazione, orientando e determinando comportamenti, scelte ed azioni. E' pertanto essenziale creare il vuoto nella propria mente, per iniziare i processi di crezione consapevole. 
 
 
 
Se il canale superiore è pulito, possiamo essere presenti nel qui e ora, ricevere intuizioni, avere connessioni telepatiche, innescare processi del divenire come l'apertura del terzo occhio. Nei momenti di vuoto mentale è quindi possibile diventare presenti a se stessi e rendersi un canale libero per ricevere intuizioni, idee, nuovi approcci e soluzioni. Svuotando costantemente la propria mente, si raggiunge  l'assenza di pensiero, essenziale per la presenza e per le connessioni sottili. 
 
 
 
La pratica costante dell'esercizio del vuoto ti aiuta a:

  • migliorare la lucidità e la centraturaaumentando il tuo livello energetico; 
  • sviluppare e potenziare la tua capacità di osservazione dei pensieri, lasciandoli scorrere e diradandoli nella tua mente;
  • creare in qualsiasi momento il vuoto mentale per tempi sempre più lunghi, creando le basi per la presenza del quieora;
  • porre solide basi per imparare a discernere le situazioni senza costrutti mentali;
  • riconoscere la natura dei pensieri che ti arrivano e  la provenienza esterna;
  • diventare molto più presente, più intuitivo/a, più ricettivo/a a prescindere dalla situazione che stai vivendo.

 
 
 
Esercizio
 
Chiudi gli occhi. Osserva i pensieri che ti arrivano senza fare alcuna resistenza. Non giudicare o condannare i pensieri e le emozioni ad essi associati. Ti accorgerai che limitandoti ad osservarli perderanno energia sino a svanire. Tra un pensiero e l'altro c'è un tempo che è "vuoto", nel senso che è privo di pensieri. Cerca di rimanere concentrato in quel tempo, dilatandolo, facendolo diventare più lungo possibile. Quel tempo diventa il Qui e Ora. Quel tempo diventa il tuo spazio. Quel tempo diventa il tuo centro.
 
Uno dei momenti più proficui è la sera prima di andare a dormire oppure la mattina appena alzato/a. La pratica può avvenire in qualunque momento ogni volta che se ne senta la necessità per creare uno stato di presenza e di calma interiore. Gli effetti di una pratica costante sono molteplici: maggiore presenza e padronanza di sé, lucidità mentale sia di giorno che di notte, viaggi astrali/sogni lucidi, maggiore energia e centratura.
 
 
Esercizio del vuoto - short version 10 min
 
 
 
Esercizio del vuoto - long version un'ora
 
 
 Passa al prossimo step!