Messaggi dai livelli superiori per l'evoluzione dell'umanità.

 

 

 

 

 

 

 

In connessione alle dimensioni superiori, nell'apertura del cuore e nella scelta consapevole di diventare un ponte di connessione, si sono sviluppate esperienze con i fratelli e sorelle cosmici durante un momento di profonda introspezione che è avvenuto durante la Settimana del Silenzio, settimana in cui sono stati spenti tutti i dispositivi elettronici, utilizzata soltanto la luce naturale e assunto un cibo semplice e vegetale (già precedentemente acquistato per tutta la settimana).


Nel Silenzio, nel Vuoto interiore sono state fatte giornalmente esperienze di connessione verticale, vivendo assieme ai fratelli luminosi e apprendendo da ogni famiglia cosmica un insegnamento per l'elevazione del genere umano. Durante le connessioni sono stati condivisi approcci dei livelli superiori che ci auguriamo possano essere diffusi a quante più persone possibile e soprattutto applicati per raggiungere la massa critica per l'ascensione dell'umanità alla 5° Dimensione.

Ringraziamo i fratelli luminosi per l'accoglienza e la Fiducia riposta nel nostro Cerchio di Luce sulla Madre Terra. Continueremo ad apprendere e ad ispirarci a più elevati livelli di consapevolezza per la nostra crescita, per la nostra evoluzione. Siamo canali al servizio della Luce e porteremo questi messaggi alla comprensione di quante più anime possibili, crescendo insieme nell'Amore e nella Luminosità eterna dell'Anima.

In ordine condividiamo le esperienze di connessione sintetizzando gli elementi salienti per l'apprendimento e la messa in pratica sul livello terrestre. Ci teniamo a sottolineare che ci sono molte basi extraterrestri di razze amichevoli che monitorano continuamente la situazione dell'umanità per aiutarla ad ascendere ad una dimensione più elevata. Ci sono molti aiuti disponibili per coloro che sono intenzionati sinceramente a vivere la propria vita a partire dal proprio cuore. Non solo: molti interventi della polarità dell'oscurità sono interrotti sul nascere per preservare la Madre Terra e certi equilibri al livello cosmico. E' importante che l'umanità si elevi da coscienza vittimistica alla consapevolezza di essere co-creatrice dell'esperienza umana. Dal momento che ci sono altre razze ostili presenti sul pianeta, che si alleano ad esseri umani convinti di far parte del carro dei vincitori del controllo delle coscienze, occorre divenire consapevoli che questa condizione può essere cambiata creando interiormente una realtà allineata alle alte vibrazioni e agendo da esseri liberi consapevoli di come si intende vivere la propria vita, seguendo il proprio cuore, rimanendo uniti nella scelta coerente di affermare pienamente se stessi. Molti aiuti in questo caso possono liberarsi, diventare più visibili e i contatti con gli esseri extraterresti, parte integrante della propria quotidianità. Non si tratta quindi di venire salvati da qualcuno, bensì di iniziare con prese di posizione definite e chiare, muovendosi in modo compatto, creando dei gruppi, delle reti sia al livello locale sia al livello di più ampia scala per agire coerentemente coordinati su vari aspetti che riguardano la dignità della vita umana e delle altre specie sul pianeta. Ciò significa che se all'interno della propria creazione interiore, ascoltando il proprio cuore, non sono contemplate misure invasive o tecnologie o sulla cui adozione non si è favorevoli, si può procedere come comitati, come gruppi per intervenire, iniziando con movimenti dal basso, a partire dal livello comunale. L'umanità dovrebbe iniziare a sentire il profondo senso di appartenenza che lega ogni essere umano in evoluzione all'altro, cooperando e perseguendo intenti comuni condivisi nel percorso di liberazione. Nel momento in cui questi fenomeni saranno sempre più visibili sul pianeta, anche l'intervento dei fratelli e delle sorelle cosmici sarà più vicino e più evidente. Di fatto, anche se apparentemente invisibile, poiché non possono interferire con il libero arbitrio, l'aiuto è già in essere in multiple forme.

Nel frattempo, al di là di tutto ciò che avviene, e che può sembrare, sentiamoci protetti, perché così è, diventando sempre più allineati a vibrazioni sottili, le quali facilitano l'intervento e la partecipazione sempre più ampia dei Figli della Luce.


 PLEIADI [Senso di Unità]


Il primo insegnamento riguarda il Senso di Unità che si può sperimentare in ogni famiglia o in un gruppo di persone tramite il Cerchio di Luce che nella composizione di tutti i suoi colori luminosi, ovvero di ogni Vibrazione di Luce, rappresentata da ogni partecipante, diviene un Cerchio di Luce Arcobaleno. Il Cerchio in più dimensioni è rappresentato da una Sfera di Luce che rappresenta l’Unità, l’Uno. Nella riproduzione del Cerchio si richiama l’Unità, sentendo l’altro come se fosse una parte di se stessi. Nella Sfera ogni sua parte è importante e necessaria per formare l’intero, il Tutto Uno. Il Cerchio di Luce realizza inoltre i principi di Uguaglianza e di Equità, riconoscendo ad ognuno la stessa importanza e lo stesso diritto. La formazione di ogni Cerchio inizia visualizzandosi o sentendosi uniti, tenuti per mano, percependo il calore, l’energia che scorre da una persona all’altra, allenandosi ad ascoltarsi reciprocamente nell’Unità della Pace dei cuori. In questo modo, trascendendo l’illusione della separazione, si potenzia la vista interiore, oltre la diversità apparente che riconduce nell’ascolto reciproco all’unificazione interna. Un clima favorevole di piena accettazione di ognuno, di ascolto reciproco con rispetto e con amore crea basi solide per espandere il potere dell’Unità del Cerchio di Luce Arcobaleno: ogni partecipante inizia a vedersi, a percepirsi, a sentirsi parte dell’Uno. La co-partecipazione di ogni singolo partecipante amplia la comprensione dell’esperienza individuale all’interno di quella collettiva, realizzando la co-creazione in Unità, elevando le vibrazioni nel potere dei cuori che vibrano all'unisono, generando effetti positivi in tutta l’umanità. Ogni Cerchio è una Sfera di Luce di Unità. Nel tendere ai Principi Universali, la Sfera di Luce irradia ancora più luminosità, propagandosi in ogni livello e dimensione, oltre lo spazio-tempo. 

ARTURO [Senso di Responsabilità]


Il secondo insegnamento riguarda il Senso di Responsabilità, il principio fondante alla base di una nuova co-creazione luminosa. Dal momento che ogni esperienza è già perfetta nella sua manifestazione, l'insegnamento consiste nell'accogliere l’esperienza vissuta senza volerla cambiare, semmai, con un intento focalizzato, si può accendere il fuoco di interiore di trasmutazione per la purificazione delle memorie singole e collettive riconducibili a tale esperienza al fine di portare in essere la nuova creazione. La nuova co-creazione dell'esperienza planetaria avviene quindi per allineamento e sintonizzazione alle alte frequenze di Luce, co-creando insieme come un’unica coscienza, un unico cuore e un’unica mente a partire da una Visione condivisa, una Visione comune, visualizzata al centro della mente all’altezza del Terzo Occhio e sentita interiormente al centro del cuore, lo spazio sacro interiore di ciascuno. L’osservazione della causalità, ovvero della propagazione delle cause che generano nuovi effetti, sta alla base della comprensione di come tutto ciò che noi pensiamo e facciamo ha ricadute su altri come conseguenza che deriva dalle singole scelte ed azioni. Secondo tale insegnamento, la Visione Unitaria di Luce rimane in essere, se nasce dal Senso di Responsabilità in uno stato di pace interiore, ponendo al centro la qualità della vita di ogni essere vivente, il benessere individuale e collettivo, il riconoscimento degli stessi diritti, il rispetto del pianeta che ospita la vita.

 

SIRIO [Consapevolezza del Suono]


Il terzo insegnamento riguarda la consapevolezza del Suono come Sorgente di creazione e di trasformazione. Il Suono veicola l’informazione sottile, rappresenta il suo veicolo per eccellenza. All’inizio vi fu un Suono. Da questo Suono primordiale si è generato l’intero universo. Il Suono è fecondatore, porta con sé energie creative, è il veicolo della nuova creazione. La consapevolezza che sta dietro al Suono imprime una determinata vibrazione nella materia, trasformandola, elevandola. Attraverso il Suono si agisce inoltre per la purificazione del corpo fisico e dei corpi sottili, elevando la frequenza vibratoria. Ancora prima di essere energia, noi siamo Suono. I nostri corpi ‘risuonano’. Sulla base del nostro livello di vibrazione emaniamo dei suoni. L’insegnamento consiste nella consapevolezza del Suono per la trasformazione, riallineando alla Sorgente tramite questo veicolo. Oltre ai suoni udibili dall’orecchio umano, in connessione con i fratelli siriani, è possibile veicolare dei Suoni senza suono, ovvero dei Suoni non udibili. Coloro che non suonano, possono richiamare il Suono all’interno, ad esempio con il canto canalizzando il Linguaggio della Luce. Il Suono è il mezzo della coscienza per aprire, per purificare, per ripulire le memorie, il DNA umano, i corpi fisico e sottili. 

 

ORIONE [Consapevolezza della Parola]


Il quarto insegnamento si fonda sulla consapevolezza della Parola nei termini di coscienza di chi pronuncia o di chi scrive che imprime una determinata e specifica qualità vibratoria. Una parola assume la qualità vibrazionale di chi pronuncia o di chi scrive, coerentemente con il livello di coscienza, che agisce dai piani più sottili ai più densi. Dal momento che le lingue attuali sono di gran lunga molto più semplificate rispetto alle lingue antiche come le lingue sumere, il sanscrito e i geroglifici, si consiglia lo studio e l’approfondimento dei linguaggi di matrice superiore, i quali con segni, suoni e simboli aprono le porte interiori per un avanzamento della coscienza. La Parola, intesa come un composito di segni, suoni, immagini simboliche e archetipali, funge da stargate, ovvero da ponte di connessione con i livelli superiori di coscienza dei popoli delle stelle che hanno donato all’umanità tali linguaggi evoluti. Attraverso il disegno, la riproduzione su carta o la visualizzazione dei geroglifici ad esempio si attivano dei processi interni fondati su determinati codici di luce che convergono per il risveglio delle memorie racchiuse nel cuore e nella ghiandola pineale. 

 

VENERE [Senso di Compassione]


Il quinto insegnamento riguarda il Senso di Compassione che unisce nel cuore per portare Luce in ogni situazione osservata, già perfetta così come si manifesta. La Visione Unitaria di Luce si fonda sul com-prendere, ovvero esprimere comprensione, capire l’altro punto di vista, rispettando le fasi del percorso di ognuno, e sul com-patire, ovvero condividere nella forma di ascolto interiore del Sé Superiore. Nell’espansione del Senso di Compassione dal centro del cuore si apprende la perfezione di tutto ciò che accade per uno scopo evolutivo superiore. L’esperienza è quindi accolta ed elevata interiormente, ponendo internamente un seme di Luce, risvegliando la vibrazione luminosa nella memoria del vissuto. Il seme di Luce è posto nella comprensione del cuore in uno spazio protetto in cui ci si sente ascoltati e amati. Il processo avviene in piena Fiducia portando Luce dentro di sé e inviandola alle persone coinvolte nell’esperienza, concedendo all’altro di essere ciò che è nel rispetto del libero arbitrio e sciogliendo con Amore gli allacci energetici, qualora presenti. La consapevolezza del libero arbitrio, il rispetto reciproco di ogni percorso e l’accoglimento delle esperienze aiuta a mantenere un livello di vibrazione elevato, irradiando l’Amore puro che inonda ogni cuore ed è rivolto ad ognuno in assenza di giudizio, per espandere la Luce, a prescindere dalle situazioni. La forza di intensità è la purezza dell’Amore che pervade sin nel più profondo dell’Essere in piena accettazione e accoglimento. Il senso di benessere che si sprigiona in uno stato amorevole è curativo, porta elevazione e apertura interiore, conduce ad una comprensione più profonda delle dinamiche e della condizione umana.

 

ascolta tutta la playlist

buona esplorazione!