Celebriamo nella gioia e nella comunione di intenti la Giornata dell'Amore e della Gratitudine il 23 giugno 2019. Questo evento nasce dal desiderio di creare insieme un mondo fondato sul potere dell'Amore e della Gratitudine nella solidarietà e nella cooperazione tra gli esseri umani per il bene dell'umanità e del pianeta. 

Riconoscendo il forte senso di appartenenza alla famiglia umana, nel rispetto profondo della Madre Terra e di tutte le specie che la abitano, ci uniamo in una rete sinergica di intenti puri e luminosi per espandere le alte vibrazioni sul pianeta. La connessione a noi stessi nasce dal nostro cuore e viene potenziata dal radicamento alla Madre Terra e dal pensiero focalizzato collettivo. Quando l'Amore fluisce dall'uno all'altro genera cambiamenti positivi a cascata in ogni essere umano, elevando la nostra coscienza di esseri divini. 

Soltanto quando siamo uniti il potere dei cuori si amplifica, manifestando al contempo la volontà di vivere nelle alte vibrazioni. Ogni volta che aumentiamo la nostra frequenza, imprimiamo la realtà di grazia e di luminosità, manifestando fisicamente la realtà che desideriamo nel nostro cuore. Nella consapevolezza del nostro potere di esseri co-creatori, della nostra natura umana e spirituale, siamo uniti in un unico cuore che batte all'unisono per portare luce e consapevolezza in ogni luogo del pianeta. 

LA GIORNATA DELL'AMORE E DELLA GRATITUDINE è un momento di profonda unione dei nostri cuori nella fiducia consapevole che apre un nuovo cammino di evoluzione umana in armonia con la Madre Terra. In questa giornata ci colleghiamo al nostro cuore e ai cuori di tutta l’umanità, spostando la coscienza dalla mente al cuore. 

Accogliendo con amore e gratitudine la nostra vita, ci assumiamo la responsabilità della creazione della realtà tramite pensieri, parole, intenti, emozioni, gesti e azioni, rivolgendoci all’acqua, elemento che incarna la Vita. L’acqua è la risorsa più preziosa del pianeta: nutre la vita, attraversa e ricopre la Madre Terra ed è la componente principale dei nostri corpi, composti per oltre il 70% da acqua. Con amore e gratitudine chiediamo perdono per ogni emanazione individuale e collettiva che non ha rispettato noi stessi, la vita e la Madre Terra. Attraverso il nostro respiro torniamo al centro di noi stessi, in apertura del cuore rendiamo Grazie. 

 
 
 
 
ore 12:00 - MEDITAZIONE MONDIALE DEL CUORE E BENEDIZIONE DELL'ACQUA
 

 

MEDITAZIONE DEI CUORI CRISTALLO

Iniziamo a centrarci nel nostro respiro. La nostra posizione è seduta con i piedi ben appoggiati al suolo, oppure la posizione del loto. Inspiriamo insieme..percepiamo la Luce fluire in noi stessi..riceviamo il soffio vitale che ci attraversa e rilasciamo la luce tutto intorno a noi..irradiandola con Gratitudine dal centro del nostro cuore. Inspiriamo Amore..espiriamo Gratitudine.. La luce è calore, è energia, è amore che si diffonde in tutte le cellule del nostro corpo. Ringraziamo per il dono di questo momento.

Ricolmi di amore e di gratitudine, visualizziamo delle radici bianche di pace che si dipartono dai nostri piedi o dal chakra radice a seconda della nostra posizione. Le radici bianche di luce affondano profondamente nella terra, attraversando tutti gli strati del sottosuolo sino ad arrivare al cuore del pianeta. Chiediamo il permesso di poter entrare più profondamente in contatto con la Madre Terra, attraverso il suo cuore in apertura del nostro cuore. Iniziamo a percepire la sua energia calda e luminosa, mentre avvolgiamo il suo cuore con le nostre radici in un abbraccio di pura luce. L’energia femminile del pianeta risale attraverso le nostre radici, arrivando ai piedi..alle gambe e poi risalendo lungo il tronco..arrivando sino al nostro cuore..che espande ancora più intensamente la sua luce..e poi ancora l’energia risale attraverso le spalle..le braccia sino alle mani e poi ancora verso l’alto.. attraversando il collo, la gola, la testa, il nostro terzo occhio, per poi irradiarsi dalla corona verso il cielo..

Inspiriamo Amore.. espiriamo Gratitudine..

Attiviamo ora il tetraedro inferiore o tetraedro della Terra con la punta rivolta verso il basso. È una piramide a base triangolare che si estende a partire dai seni verso il basso, verso il cuore del pianeta. Ora, continuiamo a salire, entrando in contatto con il sole, attraversando le nuvole. In apertura del nostro cuore, chiediamo il permesso di entrare in contatto con la sua energia, di connetterci più profondamente al Sole, attraverso il nostro cuore, attraverso il suo cuore. Avvolgiamo il sole con una luce intensa, in un abbraccio luminoso e avvolgente. L’energia maschile del sole ridiscende verso di noi, attraverso il canale che abbiamo creato per questa connessione. La luce scende attraverso le nuvole..sino a giungere alla corona..al nostro terzo occhio. Percepiamo una fiamma di luce, una fiamma di un fuoco intenso che brucia sul nostro terzo occhio. La forma è l’occhio di Horus, l’occhio del Sole.

Rimaniamo in percezione per qualche istante, poi la luce ancora fluisce..attraverso la gola..attraverso il chakra del cuore.. ridiscende verso il basso..attraverso tutti i nostri centri energetici..sino ad arrivare al chakra radice oppure ai piedi se siamo seduti con i piedi ben appoggiati al suolo..per poi irradiarsi attraverso le radici nella Madre Terra..

Iniziamo a visualizzare il tetraedro superiore o tetraedro del Sole che si estende con la punta rivolta verso il sole. Attiviamo il tetraedro superiore o tetraedro del Sole. Al centro del nostro cuore avviene la fusione delle due energie complementari, femminile e maschile, e i due tetraedri si uniscono formando il tetraedro stella, che è dato dall’intersezione perfetta dei due tetraedri che si incontrano nel cuore. Percepiamo una potente espansione e il corpo illuminarsi attraverso il nuovo veicolo multidimensionale: il corpo di luce che brilla con la sua potente radianza.

Siamo centrati nel nostro cuore..rimaniamo in ascolto, in percezione di questo momento, e ringraziamo con profonda gratitudine. In connessione con il cuore della Madre Terra e del Padre Sole, chiediamo il permesso di entrare in contatto con il cuore della Stella della nostra connessione interiore per l’attivazione del nostro cuore cristallo, per espandere l’amore dal centro di noi stessi: il Divino Amore..nella creazione del nostro spazio sacro, al centro del nostro cuore.

Chiediamo agli amati esseri di luce, ai grandi maestri, ai luminosi fratelli e sorelle cosmici, che supportano l’evoluzione umana per il bene supremo, di ricevere i fasci di luce dalla nostra stella di origine sul nostro terzo occhio e l’attivazione del cuore cristallo dello spazio sacro interiore, in cui riconoscere la bellezza e l’armonia nella creazione cosciente..fondata sull’amore universale, sulla compassione per ogni essere sul cammino dell’evoluzione, nel sentimento di Unità con il Tutto, il Tutto nell’Uno e l’Uno nel Tutto. Apriamoci a ricevere i fasci di luce stellari e cosmici..visualizziamo sul nostro terzo occhio l’occhio lunare, mentre il nostro cuore irradia dal suo centro pura luce. 

Percepiamo delle espansioni dal centro del nostro cuore, la luce del nostro cuore diventa blu e bianca. Il nostro asse centrale si illumina di pura luce che scorre dal basso verso l’alto e dall’alto verso il basso. Il nostro corpo di luce è attivo, con i due tetraedri che si incontrano. Il tetraedro inferiore inizia a ruotare in senso orario, mentre quello superiore in senso antiorario: spirali di luce si propagano dal centro del nostro cuore, espandendo la sua energia di amore.

Rimaniamo in questo stato di ascolto e di percezione della bellezza e dell’espansione del cuore, nel sentimento di amore universale, nella divina compassione e unione con il Tutto per la creazione di una realtà di luce, di una realtà di amore, nel profondo senso di Unità e di Unione con il tutto..in amore e in armonia con ogni angolo del creato.

Nel nostro cuore si formano i due tetraedri, il tetraedro inferiore e superiore che si incontrano nel nostro centro. Sono due tetraedri che contengono al loro interno il nostro cuore. Iniziamo a percepire una potente luce che si irradia dal centro del nostro cuore in tutte le direzioni, creando dei fasci dai colori dell’arcobaleno. In questo qui e ora avviene una potente trasformazione, una potente espansione..al centro dei due tetraedri si forma un cristallo: il cristallo del nostro cuore..lo spazio sacro infinito dell’amore universale..lo spazio sacro infinito della creazione cosciente..

Visualizziamo il fiore della vita avvolgere il nostro cristallo, sigillando la creazione consapevole nell’amore universale, nel nostro spazio più intimo..al centro del nostro cuore..al centro del nostro cuore cristallo.. Ciascuno può percepire, visualizzare il cristallo del suo cuore: ci sono diversi cristalli, a seconda della propria apertura interiore. Visualizziamo il cristallo così come ci arriva la sua forma e ricordiamo dentro di noi, custodendo questa informazione per la nostra evoluzione. 

Iniziamo ora a visualizzare le nostre ali che crescono con l’apertura del nostro cuore: sono le ali dell’angelo umano, del nostro essere divino su questo piano fisico e su ogni livello in cui espandiamo la nostra consapevolezza..in ogni vita del passato e del futuro..onorando la nostra multidimensionalità..nel riconoscimento della nostra essenza divina.. Rimaniamo in ascolto e in percezione di questa espansione nel Divino Amore, nella consapevolezza che arriva dai livelli più elevati. Siamo profondamente connessi all’essenza più intima di noi stessi: al centro del nostro cuore..dove tutto è possibile..dove spazio e tempo si fondono..dove nasce la nostra creazione..dove siamo liberi..siamo liberi di amare..siamo liberi di essere noi stessi ai livelli più elevati di consapevolezza e di saggezza..  

Ringraziamo per questo momento, per essere qui e ora..

Grazie, Noi Siamo Qui e Ora..

In apertura del nostro cuore cristallo, creiamo insieme nell’alta vibrazione.

In espansione dell’amore universale, della luce della compassione..

inspiriamo amore..espiriamo gratitudine..

benedicendo tutti i cuori dell’umanità e la Madre Terra.

Così È. 

 

 

MEDITAZIONE DEI CHAKRA E BENEDIZIONE DELL’ACQUA

Ora ci connettiamo agli oceani, alle acque blu..alle acque smeraldine..alle acque cristalline..immaginiamo di essere come una goccia che confluisce nell’oceano e si riversa in tanti colori e sfumature. Iniziamo a viaggiare sotto forma di goccia nelle acque più cristalline, più pulite, più pure del pianeta..convergendo nel luogo più vicino alla nostra essenza, più vicino al nostro essere..

Arriviamo in una spiaggia dai colori meravigliosi..una spiaggia dai colori chiari bianco, rosa e oro..le acque cristalline hanno varie sfumature dai colori tendenti al turchese..allo smeraldo..all’acqua marina..esattamente come le pietre che brillano sotto la luce dei nostri occhi.. Osserviamo con tenerezza le altre creature viventi: i pesci variopinti, la sabbia dorata, le alghe multiformi.. Sono acque purissime dalle sfumature diverse, così come siamo noi..così come sono le nostre essenze, diverse eppure molto simili..

Specchiandoci nelle acque cristalline riusciamo a vedere noi stessi..la nostra essenza più intima e più profonda..ogni volta che esprimiamo la verità che è in noi nella piena espressione del nostro essere.. Rimaniamo per qualche istante in questa percezione profonda dell’amore di noi stessi..

Percepiamo il nostro cuore cristallo che si illumina, richiamato dalla purezza delle acque cristalline..attraverso l’acqua vediamo noi stessi..ciascuno di noi è giunto ad un livello preciso nel suo percorso. Mentre le acque brillano sotto il sole, come le stelle nel cielo, una tartaruga possente emerge dalle acque cristalline e ci viene incontro, accompagnata al suo lato destro dai delfini e al suo lato sinistro dalle balene che iniziano a muoversi intorno a noi, generando bollicine di luce e spruzzi di acqua luminosa verso di noi.

Sulla spiaggia scorgiamo un boschetto attraversato da un fiume che sfocia nell’oceano, abitato da numerose piccole creature operose come il castoro, la lontra, la lince, l’istrice e il procione. In alto, nel cielo udiamo il richiamo di un falco, mentre a sinistra un airone e a destra un ibis si avvicinano a noi, danzando elegantemente sull’acqua.

In piena presenza di questo momento, ci apriamo a ricevere il risveglio dell’energia kundalini. Visualizziamo due fasci di luce bianca: sono due serpenti bianchi, le due polarità energetiche, maschile e femminile, che risalgono dai piedi e dalle gambe e si fondono nel primo chakra: chakra radice. Il colore è rosso. Il livello è quello delle relazioni con il mondo fisico nella vitalità e nel radicamento alla Madre Terra. Osserviamo il lato ombra: la paura. Trasformiamo l’aspetto di ombra in aspetto di luce. Trasformiamo la paura in centratura ed equilibrio interiori. Successivamente a tale trasformazione ritorniamo al nostro centro, integrando in noi stessi gli aspetti duali, gli opposti relativi a questo chakra, legato alla sopravvivenza.

Ora i due serpenti continuano a salire e arrivano al secondo chakra: chakra sacrale. Il colore è arancio. Il livello è quello delle relazioni con un altro uomo o con un’altra donna. Iniziamo a percepire questo chakra nella libertà di movimento e di relazione. Osserviamo l’aspetto di ombra: il senso di colpa. Centrati nel nostro respiro trasformiamo il senso di colpa in stabilità e sicurezza interiori. Dopo la trasformazione torniamo al nostro centro. Attraverso il nostro respiro, armonizziamo in noi stessi i due opposti, ritornando nel punto centrale, al centro di noi stessi. Rimaniamo in ascolto e in percezione di questo chakra, legato al desiderio.

I due serpenti continuano a salire e arrivano al terzo chakra: plesso solare. Il colore è giallo. Il livello è quello delle relazioni con la famiglia umana. Rimaniamo in percezione del nostro potere personale. Osserviamo insieme l’aspetto di ombra: la vergogna. Centrati nel nostro respiro trasformiamo la vergogna in fiducia e in accettazione di noi stessi. Dopo la trasformazione torniamo al nostro centro, integrando in noi stessi i due opposti. Rimaniamo in ascolto e in percezione di questo chakra, legato alla volontà.

I due serpenti continuano a salire e arrivano al quarto chakra: chakra del cuore.  Il colore è verde. Il livello è quello di sintesi di tutte le relazioni interiori ed esteriori nell’integrazione del Sé terreno, il Sé umano, con il Sé spirituale, il Sé Superiore. Al centro del nostro cuore avviene la perfetta integrazione dell’energia maschile e dell’energia femminile. Osserviamo l’aspetto di ombra: il dolore interiore. Centrati nel nostro respiro trasformiamo nell’aspetto di luce: l’amore incondizionato verso noi stessi e verso tutte le parti interiori ed esteriori. Dopo la trasformazione torniamo al nostro centro, integrando in noi stessi gli aspetti duali, gli aspetti di ombra e di luce. Rimaniamo in ascolto e in percezione di questo chakra, legato all’amore.

I due serpenti continuano a salire e arrivano al quinto chakra: chakra della gola.  Il colore è azzurro. Il livello è quello delle relazioni con noi stessi, con il nostro mondo interiore nell’affermazione di noi stessi, della nostra verità interiore. Osserviamo l’aspetto di ombra: la menzogna, l’omissione della verità. Centrati nel nostro respiro trasformiamo nell’aspetto di luce: la purezza e l’autodeterminazione del nostro essere. Dopo la trasformazione torniamo al nostro centro, integrando in noi stessi gli aspetti duali, riconoscendo la perfezione dell’intero. Rimaniamo in ascolto e in percezione di questo chakra, connesso alla comunicazione.

I due serpenti continuano a salire e arrivano al sesto chakra: il terzo occhio.  Il colore è indaco, blu. Il livello è quello delle relazioni con il mondo invisibile, nel potere spirituale e nelle connessioni ai livelli superiori. Osserviamo l’aspetto di ombra: l’illusione della separazione. Centrati nel nostro respiro trasformiamo nell’aspetto di luce: la visione dell’Uno, la visione dell’Unità. Dopo la trasformazione torniamo al nostro centro, integrando in noi stessi gli aspetti duali, le due polarità. Rimaniamo in ascolto e in percezione di questo chakra, legato all’intuizione. I due serpenti si fondono nel terzo occhio: unione dell’occhio del sole con l’occhio della luna, integrazione dell’occhio solare con l’occhio lunare, la perfetta unione dell’emisfero sinistro e dell’emisfero destro del nostro cervello: la visione divina, la visione universale. 

Un unico fascio di luce si diparte dal terzo occhio verso il settimo chakra: chakra della corona.  Il colore è viola. Il livello è quello delle relazioni con le altre dimensioni e con il cosmo, nella piena consapevolezza di noi stessi, del nostro essere divino. Osserviamo l’aspetto di ombra: l’attaccamento terreno. Centrati nel nostro respiro trasformiamo nell’aspetto di luce: la consapevolezza dell’Uno, la consapevolezza dell’Unità, attivando nuove connessioni universali, diventando canali di consapevolezza, portandola nella materia fisica. Dopo la trasformazione torniamo al nostro centro, integrando in noi stessi gli aspetti duali, le due polarità. Rimaniamo in ascolto e in percezione del settimo chakra, legato alla consapevolezza dell’anima.

L'energia della kundalini si espande dal settimo chakra fondendosi con il tutto, con l’intero, con il cosmo, nella perfetta Unione e nel Senso di Unità con il Tutto.

Percepiamo questo processo che avviene in noi stessi. È un processo di rinascita. Ringraziamo per il dono di questo momento e per essere qui e ora. Percepiamo il calore, l’energia muoversi in ogni chakra. I vortici di energia avvengono in ognuno dei chakra contemporaneamente in senso orario e antiorario, nel completamento, nella fusione delle energie complementari, nell’integrazione delle polarità in noi stessi, in ogni livello di esperienze, associato a ciascun chakra.

Per sigillare questo momento, nella perfetta unione visualizziamo la croce di Ankh ☥ che unisce tutti i chakra, tutti i centri energetici, sigillando questo momento di profonda purificazione e integrazione interiori nell’armonizzazione degli aspetti duali in noi stessi per trascendere la dualità e ascendere ad un livello più alto di consapevolezza. 

Visualizziamo la croce di Ankh che si estende in verticale e in orizzontale all’altezza del nostro cuore, simbolo di rinascita, simbolo di unificazione, simbolo di integrazione degli opposti, del maschile e del femminile. La croce di Ankh si riempie di luce e parallelamente ogni centro energetico è illuminato, portando nuove consapevolezze in noi stessi, portando armonizzazione nel nostro essere più intimo, la consapevolezza dell’Uno, dell’Unità. Interiormente avviene la trasformazione e l’integrazione, elevandoci ad un nuovo livello di consapevolezza.

Ringraziamo con profonda Gratitudine per il dono ricevuto, ringraziamo gli amati esseri di luce, i grandi maestri, i luminosi fratelli e sorelle cosmici, che supportano l’evoluzione umana per il bene supremo e ci rivolgiamo all’Acqua, tenuti per mano, per porgere la nostra preghiera di perdono e di benedizione.

 

Amata Acqua, a Te ci rivolgiamo con rispetto e con amore.

Assumendoci la piena responsabilità delle nostre vite, ti chiediamo umilmente perdono per ogni parola, ogni gesto, ogni pensiero, ogni azione, ogni emozione che non ha rispettato la vita che è in Te.

Perdonaci..perdonaci..perdonaci..

Noi ti amiamo e ti ringraziamo..Noi ti amiamo e ti ringraziamo..Noi ti amiamo e ti ringraziamo..

Noi ti rispettiamo..Noi ti rispettiamo..Noi ti rispettiamo..

Grazie..Grazie..Grazie..

Noi siamo i figli della luce e nella luce rinasciamo..in ogni qui e ora.. nel riconoscimento di chi siamo realmente, della nostra natura più intima e profonda..noi siamo canali di luce cosmica infinita, di intelligenza universale che si manifesta nel livello fisico-materiale..noi siamo uniti in un unico cuore che batte per l’umanità e per la Madre Terra.

Oggi noi siamo liberi di amare.. noi siamo liberi di Essere ciò che siamo..

Noi siamo liberi di creare al centro del nostro cuore un mondo di luce e di amore..

Oggi benediciamo ogni mare, ogni fiume, ogni torrente, ogni lago, ogni sorgente, ogni acqua che scorre sul nostro pianeta sino ad arrivare alla più piccola goccia d’acqua, affinché possa tornare a scorrere limpida e pura come un cristallo sulla amata Madre Terra.

Con Amore e Gratitudine, Così È.

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Siamo tante piccole gocce ma ogni goccia unita all'altra forma l'oceano intero. Unisciti anche tu all'onda del Cambiamento nelle alte vibrazioni di Amore e di Gratitudine!

Partecipa anche tu a questo meraviglioso evento! Scrivici una mail a info@essereilcambiamento.it se vuoi diventare organizzatore nella tua città e ti aiuteremo a creare il tuo evento oppure unisciti ad uno degli eventi già esistenti della MAPPA 2019.

PS: porta con te una bottiglia d'acqua con su scritto Amore e Gratitudine e stuoie, seggiolini, cuscini da meditazione per stare comodo.
 
 
RINGRAZIAMENTI


Ringraziamo lo scienziato giapponese Masaru Emoto per aver documentato la capacità dell’acqua di immagazzinare le memorie nelle forme di cristalli armonici in caso di vibrazioni positive e per averci lasciato la preghiera dell’acqua. Ringraziamo l'organizzazione no-profit Emoto Peace Project per la collaborazione sulla distribuzione del libricino per bambini "Message from Water", al fine di educare i bambini alla coscienza dell'acqua. Ringraziamo inoltre l’istituto di ricerca americano HeartMath per aver documentato il campo energetico più potente del nostro corpo che ha sede nel cuore umano. Il campo elettromagnetico formato dal nostro cuore, riproduce in scala il campo elettromagnetico del pianeta, mettendo in evidenza la profonda connessione con la Madre Terra e con ogni forma di vita nella perfezione matematica e geometrica del nostro universo. Ringraziamo il ricercatore scientifico Roger Nelson per aver documentato gli effetti sulla coscienza umana degli eventi dell'Amore e della Gratitudine nel Global Consciousness Project. Ringraziamo lo staff di Essere il Cambiamento, i traduttori, i musicisti e cantanti e tutti coloro che ogni anno rendono possibile questo meraviglioso evento.

Musica e suoni - Gong Neidagong - www.neidan-gong.it - gong@armoniesonore.it
 


_____
• Japanése 日本の: "Uchu no Mugen no Chikara ga Kori kotte, Makoto no Daiwa no Miyo ga Nari natta" 宇宙の 無限の 力が 凝り凝って 真の 大和の み世が 生り成った
• Italiano: "Il Potere Eterno dell'Universo si è riunito per creare un mondo di vera e grande armonia" 
• English: "The Eternal Power of the Universe has gathered itself to create a world of true and great harmony"
• Español: "El poder eterno del Universo se ha reunido para crear el mundo de verdadera y grande harmonia."
• Français: "Le pouvoir éternel de l'univers s'est rassemblé pour créer un monde de vérité et de grande harmonie."
• Deutsch: "Die unendliche Kraft des Universums hat sich vereint, um eine Welt wahrer und großer Harmonie zu erschaffen"
• Português: "O poder eterno do universo reuniu-se para criar o mundo de verdadeira e grande harmonia."
• Românesc: "Puterea eternã a Universului sa unit pentru a crea o lume de o adevãratã si mãreatã Armonie."
• Sveska: "Universums eviga kraft har samlats sig själv för att skapa en värld av sann harmoni."
• Chinese 中國語文: "Yǔzhòu zhōng yǒnghéng de lìliàng huìjù shì wèile chuàngzào chū zhēnzhèng dà héxié de shìjiè" 宇宙中永恒的力量汇聚是为了创造出真正大和谐的世界



Pagina facebook - Gruppo su facebook - Evento generale su facebook e-mail