Sii fuori di te e in te simultaneamente.

 

 

 

 

 

L'attenzione multipla è il secondo livello di attenzione. Attraverso un osservatore esterno -osservatore mobile- si osserva sia se stessi che ciò che avviene nello spazio circostante. I punti sono due uno esterno e uno interno (=bilocazione). La percezione avviene dall'esterno verso l'interno. Il punto esterno è inizialmente fisso, poi mobile e osserva ció che succede all'interno e all'esterno simultaneamente. All'inizio il punto di osservazione è unico; successivamente è possibile posizionare due punti esterni e uno interno (trilocazione).  

Ogni punto di osservazione è un punto di coscienza, da cui percepire un flusso di informazioni. I punti di osservazione divengono nuovi punti di vista, nuove prospettive esterne che aiutano ad ampliare sensibilmente la propria percezione. 

  

Se vuoi ascoltare la puntata su Youtube clicca qui

 

La pratica costante aiuta a:

- osservare dall'esterno comportamenti, reazioni, uscite energetiche, modi di pensare;
- sviluppare una parte cosciente di se stessi, attraverso l'osservatore mobile esterno;
- disidentificarsi da determinati ruoli, schemi di pensiero, credenze, illusioni, giudizi altrui e costrutti mentali;
- riconoscere le proprie maschere che derivano da parti di ego alimentate, spesso inconsapevolmente;
- aumentare il distacco e il proprio discernimento di fronte a persone, eventi, situazioni, dinamiche;
- aumentare il proprio livello di presenza e di percezione di se stessi e della realtà circostante;
- diventare più consapevoli del proprio percorso di evoluzione, conoscendo più profondamente se stessi, grazie alla liberazione dai vincoli.

  

 

Esercizio

 

Si parte dal respiro, subito dopo la prima inspirazione, posiziona il punto di osservazione all'esterno. Attivando l'osservatore mobile, iniziamente fisso, poi mobile, osserva ciò che succede fuori e dentro di te. Appena acquisisci dimestichezza con l'osservatore mobile, fissa almeno due punti esterni e uno interno sperimentando la trilocazione. 

NB: I momenti più proficui per praticare l'esercizio sono la mattina e la sera prima di andare a dormire. Questo esercizio per essere efficace va praticato per almeno 21 giorni e può essere potenziato dall'esercizio dell'attenzione divisa in combinazione con i 3 esercizi fondamentali: radicamento, espansione del cuore e vuoto.
 

 

Musica di accompagnamento per l'esercizio

 

 
 

 Continua il tuo percorso!

Torna all'introduzione sulle 4 Attenzioni