Osserva il corpo, il cuore e la mente.
Sii in te e fuori di te simultaneamente.

 

 

 

 

 

 Il terzo livello di attenzione è l'attenzione divisa con percezione multipla che consiste nella scissione dell'osservazione che avviene dall'interno verso l'esterno. Si tratta di una percezione multipla in quanto si posizionano tre punti di osservazione sulle tre componenti interne: corpo, cuore e mente. Mentre si percepisce dall’interno, contemporaneamente avviene la percezione dell'esterno. In sostanza si divide l’attenzione dentro-fuori con la percezione interna a partire dalle 3 componenti: la mente con l’osservazione dei pensieri, il cuore con la percezione delle proprie emozioni e il corpo con l’attenzione focalizzata sul respiro (la percezione avviene lungo l'asse centrale del corpo).  I punti di osservazione sono 4: 3 interni (cuore, mente, corpo) - 1 esterno (percezione generale di un punto esterno).  

L’osservazione di sé è il primo passo per conoscersi più a fondo e trasformare intenzionalmente reazioni involontarie o inconsapevoli siano esse di natura fisica, che mentale ed emozionale. La presenza viene potenziata grazie alla divisione dell’attenzione con la percezione multipla, aprendo nuove connessioni di percezione attraverso le 3 componenti, mantenendo contemporaneamente la percezione globale di ciò che succede intorno a sé.

 

Se vuoi ascoltare la puntata su Youtube clicca qui 

 

 

La pratica costante aiuta a:
- percepire più pienamente se stessi attraverso la percezione interna delle tre componenti: corpo, cuore, mente;
- osservare i movimenti energetici interni nei termini di reazioni fisiche, emozionali e mentali;
- riconoscere la natura dei pensieri e delle emozioni e la loro origine;
- riconoscere dinamiche personali e familiari, generate da memorie cellulari;
- lavorare interiormente per trasformare energie stagnanti impresse anche sotto forma di ricordi o come passato familiare;
- riequilibrare disequilibri interiori, riconoscendo le cause che li hanno generati nella propria vita;
- aumentare la centratura, la presenza a se stessi e la percezione energetica di se stessi e degli altri.

 

 

 

Esercizio

 

Attivando l'osservatore mobile interno che si comporta come più punti di coscienza, scorri all’interno del tuo corpo osservando la mente, il cuore e il corpo (in particolare le gambe e i piedi). Contemporaneamente da un punto esterno dello spazio circostante percepisci ciò che succede fuori. La percezione avviene dai 3 punti interni (percezione interna) e contemporaneamente si percepisce globalmente l'esterno - 4 punti (3 interni ed uno esterno). 

NB: L'osservazione avviene contemporaneamente dai tre punti interni. All'inizio si può fare la scansione una componente per volta; con la pratica la percezione aumenta e quindi la capacità di osservare da più punti è sempre maggiore. Il punto relativo al corpo può essere posizionato sul respiro, così come nell'attenzione divisa semplice, oppure sulle gambe e sui piedi per il radicamento. Ciò che conta è che il punto sia localizzato lungo l'asse centrale del corpo. L'esercizio va fatto per 21 giorni, la mattina e la sera prima di andare a dormire. Questo esercizio viene potenziato dall'esercizio dell'attenzione divisa in combinazione con i 3 esercizi fondamentali: radicamento, espansione del cuore e vuoto.

 

Musica di accompagnamento per l'esercizio

 

 

Continua il tuo percorso!

Torna all'introduzione sulle 4 Attenzioni